La Cooperativa interviene in tutti gli ambiti territoriali previsti dal patto di accreditamento.

 

 

,

Servizio di Assistenza Domiciliare

SAD e SADH, per persone fragili, anziane e disabili

Il Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD-SADH) è un servizio professionale finalizzato al supporto e alla cura della persona fragile e di sostegno alla famiglia, che viene organizzato e erogato, in accordo o su segnalazione dei servizi sociali, secondo un piano di intervento assistenziale che tiene conto di diversi fattori di tipo sociale e sanitario.

 

Il SAD-SADH costituisce il primo livello della rete dei servizi per persone fragili, anziane e disabili, svolge una funzione primaria di sostegno al nucleo familiare, al fine di garantire la permanenza della persona fragile in ambito familiare e nel proprio contesto sociale, evitando e/o ritardando l’istituzionalizzazione.

 

Obiettivi del servizio

Gli obiettivi fondamentali del servizio sono i seguenti:

  • Mantenere la persona fragile nel suo ambiente familiare il più a lungo possibile, rilevando i problemi legati alla scarsa autosufficienza e cercando di dare una risposta concreta;
  • Sostenere la famiglia nell’assistere la persona fragile, fornendo aiuto e sollievo dall’impegno assistenziale;
  • Promuovere l’autonomia residua della persona fragile;
  • Effettuare interventi per evitare l’isolamento sociale;
  • Concorrere a diminuire l’istituzionalizzazione per motivi sociali.

 

Attività e servizi

Nel piano d’intervento personalizzato possono essere comprese prestazioni per:

  1. Commissioni e spese;
  2. Aiuto nelle attività quotidiane;
  3. Igiene personale totale e parziale;
  4. Accompagnamento per il disbrigo di pratiche varie;
  5. Il mantenimento di rapporti amicali e sociali;
  6. Il governo della casa;
  7. Controllo delle terapie in atto;
  8. Consulenza sulle corrette norme igieniche ed alimentari.

 

Il servizio è attivo, di norma, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 20 e viene erogato sulla base dei bisogni evidenziati dal Piano di Assistenza individuale in cui sono stabiliti i tempi di erogazione e le figure professionali che accederanno al domicilio della persona assistita.

 

È garantita la fornitura del materiale sanitario necessario per l’erogazione del servizio e l’utilizzo di medicazioni avanzate per il trattamento delle lesioni da pressione (sono esclusi i farmaci).

 

A garanzia di una continuità assistenziale è previsto un servizio di reperibilità telefonica tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 18:00. Per attivare il servizio di reperibilità telefonica si dovrà contattare il numero 0372/431413.

 

Al di fuori dell’orario di apertura della segreteria organizzativa, per comunicazioni urgenti, il Coordinatore di servizio è raggiungibile attraverso il cellulare di servizio, il numero viene fornito alle persone assistite.

 

Attivazione ed erogazione del servizio

Per l’attivazione del servizio, l’interessato o la sua famiglia devono presentare domanda presso i Servizi Sociali del Comune di residenza.

La Cooperativa interviene con la sua attività dopo che i servizi sociali comunali hanno:

  1. Analizzato la domanda presentata e il bisogno espresso;
  2. Conosciuto e valutato la situazione
  3. Predisposto il progetto di intervento.

 

Dopo la segnalazione dei servizi sociali, la Cooperativa attiva il servizio entro 3 giorni lavorativi.

A seguito dell’invio dell’incarico da parte dei servizi Sociali, la Cooperativa, analizzata la situazione di lavoro, individua l’operatore con professionalità più adatta.

L’avvio del servizio prevede le seguenti fasi:

  • Presa in carico: si fissa e definisce un incontro al domicilio dell’utente al quale presenziano: utente, familiari, coordinatore Cooperativa, operatore individuato e l’assistente sociale. Il colloquio ha i seguenti obiettivi:
    • Raccogliere informazioni sull’utente, aspetti assistenziale e relazionali, informazioni di abitudini, interessi, aspetti personali della persona da assistere;
    • Presentare il personale e tutta l’equipe all’utente e alla sua famiglia.
  • Definizione Pai: presa visione e condivisione del progetto di intervento, ed organizzazione di giorni e ore di accesso secondo le esigenze dell’utente. Condivisione e consegna del PAI all’utente.
  • Equipe: rielaborazione nelle riunioni di equipe eventuali bisogni emersi, al fine di ridefinire il progetto di intervento alla ricerca di risposte sempre più rispondenti alle esigenze delle famiglie, in sinergia con i servizi sociali
  • Verifica: verifica del raggiungimento degli obiettivi assistenziali previsti attraverso l’utilizzo di appositi strumenti.
  • Customer: somministrazione del questionario di valutazione all’utente e/o alla famiglia. La restituzione consentirà di adeguare e migliorare il servizio offerto.
  • Rilevazioni dati: i dati e i bisogni degli utenti verranno raccolti attraverso apposti strumenti da parte degli operatori avranno a disposizione moduli in cui raccolgono dati e bisogni degli utenti. Ogni due mesi verranno elaborati report sulle attività svolte, gli utenti seguiti, le risorse umane e i materiali impiegati.